• Il diciottesimo

Un carattere che mi piace molto ed un tattoo non troppo impegnativo in una posizione che, altrimenti, sarei stato tentatissimo di decorare con qualcosa di molto grande e senza poi potermi godere pienamente la visione, datosi che a me emoziona guardarli, i miei tatuaggi.

Mi aggrada parecchio l’anno di nascita, che anche stilisticamente ha un suo perché.

E messo lì, come detto, non mi dispiace affatto.
Anzi: bello sapere che c’è, pur dovendo fare le capriole per scoprirne la forma.

Collo posteriore: a prova di giovani accaldate.
Sono quasi 50, oh.
Patti chiari, amicizia lunga.

V74

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.